Windsor

Giro di 4.0 ore

Andremo a trovare la Regina! Windsor e' una delle residenze reali ancora utilizzate! la Torre Rotonda risale al 12 secolo. Le sale di rappresentanza sono veramente splendide. E la Cappella di San Giorgio e il lugo dove nel mese di giugno fanno la ceremonia della Giarettiera. La Sua Maesta' e' una signora interessantissima e strada facendo vi raccontero' tante cose della sua vita. Persino qualche barzelletta tipicamente inglese!

Il Castello di Windsor è un palazzo e una residenza reale situato a Windsor, nella contea del Berkshire, Regno Unito, importante per la sua antica relazione con la Famiglia Reale Britannica e per la sua architettura. Fu un castello medievale cominciato a costruire nell’XI secolo, dopo la conquista normanna inglese di Guglielmo I il Conquistatore. Dal tempo di Enrico I d’Inghilterra (XII secolo) è stato abitato da numerosi monarchi britannici, che lo hanno reso un palazzo europeo abitato fin dall’antichità. Alcune delle sue camere più lussuose, come gli «Appartamenti di Stato», sono architettonicamente molto interessanti e sono stati descritti dallo storico Hugh Roberts come «una sequenza magnifica e impareggiabile di abitazioni ampiamente riconosciute come la maggiore e più completa espressione dello stile del periodo georgiano tardo». Il castello include la Cappella di San Giorgio, del XV secolo, considerata dallo storico John Robinson come uno «dei successi supremi del disegno del gotico perpendicolare inglese.

Questa fortificazione fu disegnata originariamente su una motta e con tre mura intorno ad un monte centrale per servire come roccaforte dei conquistatori normanni nella periferia di Londra e dominare una zona strategicamente importante del fiume Tamigi. La sua costruzione fu gradualmente sostituita con pietre, e a partire del XIII secolo soffrì di un lungo assedio durante la Prima Guerra dei Baroni (1215-17). Enrico III costruì un lussuoso palazzo reale dentro a queste mura a metà del secolo e Edoardo III è andato oltre con la ricostruzione del palazzo, che creò un maggior complesso di edifici che si convertirà nel «progetto architettonico secolare più caro di tutto il Medioevo in Inghilterra».[3] Il nucleo dell’opera di Edoardo vi fu fino al periodo Tudor (XVI secolo), quando Enrico VIII e Elisabetta I diedero al castello un maggiore uso come corte reale e centro dell’intrattenimento diplomatico.

Il complesso sopravvisse al turbolento periodo della Guerra Civile inglese, usato come quartiere militare dalle forze parlamentari e come prigione di Carlo I. Durante la Restaurazione degli Stuart, Carlo II ricostruì gran parte del castello con l’aiuto dell’architetto Hugh May e creò una serie di stravaganti interni barocchi che tuttavia oggi causano ammirazione. Dopo un periodo di negligenza nel XVIII secolo, i re Giorgio III e Giorgio IV rinnovarono e ricostruirono il palazzo di Carlo II senza badare a spese per produrre il disegno degli attuali Appartamenti di Stato, decorati in stile rococò, gotico e barocco. La regina Vittoria realizzò cambiamenti minori nel castello, che ampliò come centro d’intrattanimento reale durante gran parte del suo esteso regno nel XIX secolo. Il castello di Windsor servì inoltre come rifugio della famiglia reale durante intensi bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e sopravvisse ad un incendio nel 1992. Attualmente nel castello di Windsor vivono e lavorano più di cinquecento persone, è un’attrazione turistica molto popolare, sede di visite di Stato e luogo per i fine settimana preferito dalla regina Elisabetta II d’Inghilterra.

This post is also available in: Inglese Spagnolo Portoghese, Portogallo Russo